+39.(0)874.799219

Poesia "La Ginestra"

"La Ginestra"

(Di Silvio De Mariarosa)

E' un arbusto a fiori gialli

con cui San Filippo a Maggio

veste a festa monti e valli

pel tripudio del paesaggio...

...Ma non è al suo verde manto

che il poeta eleva il canto.

E' "Ginestra" in un bel sito

tra le terre del Molise

ove un dì col piglio ardito

la Francesca in piedi mise

un altar divino e giusto

ad onor del fine gusto.

Antipasti di pan cotto

di salami e di bruschette

che ti portano al palato

quel sapore mai scordato

del buon cibo del passato

ad un tratto ritrovato.

Maccheroni fatti a mano

e polenta sul ripiano

con il tocco dell'artista

per la gioia della vista:

tu li guardi e te li senti

come buoni sentimenti.

Vino rosso vino bianco

con il gomito mai stanco...

perché bevi e avverti lieto

il profumo del vigneto

Ben disposte son le panze

ad accoglier le pietanze:

tenerissima vitella

frigge ancor nella padella

quando a tavola è servita

per provar lo "scottadita",

Il simpatico Pasquale

con il baffo assai gioviale

già sul desco ha predisposto

il vassoio con l'arrosto,

ch'é espressione, in fede mia,

d'alatissima poesia

Da Francesca la giuliva

un cestello colmo arriva,

tra risate e cicalecci,

di dolciumi casarecci.

Tornare alla "Ginestra"...

E' un pò come tornare a casa mia

stare con due nonni in compagnia...

passare una serata in allegria...

Non è la miglior cosa che ci sia?